Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

logo di Omicron srllogo esteso di Omicron srl

cleaning-in-progresscleaning

Menu
il Biomonitoraggio

Il biomonitoraggio è il metodo utilizzato per trarre informazioni sullo stato dell'ambiente mediante le modificazioni e le alterazioni morfo-funzionali che gli organismi viventi, bioindicatori, subiscono in presenza di sostanze tossiche.
Questo metodo di monitoraggio ambientale sfrutta, infatti, la notevole sensibilità di molte specie vegetali a numerosi inquinanti, la tipicità delle risposte che alcune di queste specie mostrano in presenza di certe sostanze e la possibilità che alcuni inquinanti si accumulino nei loro tessuti.
Esso tende a verificare le deviazioni da una situazione che si ritiene normale o di base, stabilendo i limiti di accettabilità dei risultati e mira solo a valutare se avvengono variazioni senza formulare giudizi sulle stesse.

I destinatari del progetto sono: enti pubblici (regioni, province e comuni) e privati (aziende, aree di sviluppo industriale), istituti di ricerca, istituzioni scolastiche e i cittadini.

L'obiettivo delle rete delle centraline di biomonitoraggio è quello di sviluppare un sistema di controllo dello stato qualitativo delle matrici ambientali (aria, acqua e suolo) al fine di poter programmare, progettare e realizzare tutti gli interventi necessari a contenere il movimento e la diffusione degli inquinanti e/o a ridurne la presenza a valori che non determino rischi per la salute umana e per l'ecosistema.

La Omicron Srl.ha realizzato per conto della Provincia di Lecce una rete di centraline di biomonitoraggio per controllo della qualità dell’aria nei comuni di Lecce; Gallipoli, Maglie, Galatone, Otranto.
Inoltre, utilizzando tecniche integrate di reti di centraline di biomonitoraggio per il controllo della qualità dell’Aria, Acqua e suolo sono stati monitorati per tre anni 55 Kmq del territorio del  Comune di Tricase tramite il progetto "MONIT_Suolo".

Sistema di Monitoraggio della qualità del suolo del Territorio

  • Comune di TRICASE - Piazza Pisanelli – 73039, Tricase (LE) – Ente Pubblico (superfice di territorio Kmq. 55).

Sistemi di Biomonitoraggio Integrato per il controllo della qualità dell’aria

  • Comune di OTRANTO - Via Basilica, 10 – 73028, Otranto (LE) - Ente Pubblico;
  • Comune di GALATONE - Piazza Costadura, 1 – 73044, Galatone (LE) - Ente Pubblico:
  • Comune di MAGLIE - Piazza Aldo Moro, 1 – 73024, Maglie (LE) - Ente Pubblico:
  • Comune di GALLIPOLI - Via Antonietta De Pace, 78 - 73014 Gallipoli (LE) - Ente Pubblico:
  • Comune di LECCE-Via Rubichi 73100, Lecce – Ente Pubblico.

Monitoraggio dell'Habitat

  • Località  "Punta Rondinella" in agro di Taranto (TA) nell’ambito del progetto TEMPA ROSSA.

 

biocentralina-gallipoli-smallbiocentralina-smallpiante-monitor-della-biocentralina-smallposter-congresso-nazionale-presentazione-progetto-biomonitoraggio-small

Cerca nel sito

News

Contenuti Premium

Inserisci qui il tuo nome utente e la password per accedere alle aree a te riservate.

Scopri i vantaggi dell'iscrizione al nostro sito.
Riceverai aggiornamenti mirati per la tua attività attraverso newsletters periodiche ed avrai accesso al download di documenti utili.

Top